Lo Shiatsu (in lingua giapponese 指圧: SHI= Dita e ATSU = Pressione) significa quindi “pressione delle dita“(in particolare i pollici) ma anche con i palmi, i gomiti, le ginocchia. E’ una tecnica di riequilibrio energetico del corpo diffusa in Giappone sin dal VI secolo, il tipo di pressione Shiatsu è un’arte che prevede di ‘ascoltare attraverso le mani’. Un buon trattamento shiatsu si basa su pressioni mai uguali perchè si adattano a ciò che sentono, alla condizione sia energetica che fisica di chi riceve e visto che non esiste un essere umano uguale all’altro ciò che si sente è sempre, immancabilmente, una scoperta da accogliere tra le mani.

Lo Shiatsu trova le sue radici nelle forme di manipolazione e massaggio tradizionali cinesi, come il Tui-na e dalla filosofia taoista impressa nella Medicina Cinese. Nel corso degli anni ha subito dei normali cambiamenti evolutivi e così ne sono nati vari stili che, pur mantenendo i principi di base, mostrano sostanziali differenze.

Lo stile a cui fa riferimento la nostra Scuola è quello che, a parere degli insegnanti della Shiatsu ki, al meglio ha saputo coniugare le concezioni tradizionali taoiste con quelle più istintive e percettive legate allo spirito giapponese cioè lo ZEN SHIATSU, ideato dal Maestro Shizuto Masunaga, a cui va dato il grande merito di aver aperto una porta verso l’occidente attraverso l’applicazione dei principi dello Shiatsu alle modene concezioni psicolgistiche.

Lo Shiatsu si pratica a terra, su un materassino, comodamente e interamente vestiti; l’operatore che esegue il trattamento shiatsu deve saper applicare correttamente la forza di gravità e il suo stesso peso per applicare la pressione.